Ennio Di Francesco - Web Page


Vai ai contenuti


Ennio Di Francesco
, già ufficiale dei Carabinieri e funzionario di pubblica sicurezza. Promotore negli anni '70 del "Movimento per la democratizzazione e riforma della Polizia". Autore dei libri "Un Commissario" e "Frammenti di Utopia". Presidente dell'Associazione "Emilio Alessandrini" . Membro del "Comitato nazionale sport contro droga".




"Avendo conosciuto il dottor Ennio Di Francesco e avendone apprezzato l’impegno professionale, sociale e democratico, auspico che le autorità competenti operino affinché lo stesso possa tornare a fornire il proprio contributo di intuizione, esperienza e professionalità nella lotta contro la criminalità organizzata, comune e politica".

(maggio 1996) - Vittorio Foa - Antonio Giolitti - Norberto Bobbio - Francesco Cossiga - Antonino Caponnetto - don Antonio Riboldi - Giovanni Conso - Leo Valiani

"Un uomo dello Stato che ha avuto una difficile vita per la sua intransigente fedeltà alle istituzioni della Repubblica"

(aprile 2007) - Corrado Stajano

"E' anche la storia di una battaglia democratica condotta con energia e determinazione se pure in mezzo a mille difficoltà: una pagina interessante di storia recente, una viva, spesso amara testimonianza".

(settembre 1990) - Norberto Bobbio

"Abbiamo apprezzato il suo costante ricordo verso i nostri genitori, l'impegno professionale e sociale, la convinzione che la Memoria sia dovere di tutti per comprendere da quali sacrifici provengano i diritti di cui ciascuno fruisce ogni giorno e come solo su di essa si possa basare una Società più consapevole, partecipe, giusta e democratica".
Marco Alessandrini - Mario Calabresi (novembre 2006)

“ Sono lieto di avere conosciuto Ennio. Auguro a noi tutti che non solo la Polizia ma altre Istituzioni abbiano funzionari come lui.”
Gino Giugni (agosto 2009)

"Constato il suo infaticabile impegno sociale e il mio augurio più grande è che le sue battaglie abbiano successo
nell’interesse del bene comune."
Oscar Luigi Scalfaro (febbraio 2010)

“Esprimo vivo apprezzamento per l’impegno profuso in questi anni per tenere viva la Memoria”
Giorgio Napolitano (marzo 2011)

"Salve, non credo che lei si ricordi di me. Sono il ragazzo dai capelli lunghi che venne a parlarle durante la premiazione del concorso di poesie Walter Tobagi. Mi fece anche dono di un francobollo commemorativo del giudice Emilio Alessandrini che ancora tengo con cura. Ci tenevo a dirle che è un uomo illuminante e pieno di valori.
Le auguro ogni bene."

Un messaggio inviatomi attraverso il sito Web: Luca Di Vincenzo (Aprile 2013)


Torna ai contenuti | Torna al menu