Il Vate e lo Sbirro

Il Vate e lo Sbirro

Narra l'indagine svolta "undercover" nel 1922 dal commissario Giuseppe Dosi dopo la caduta di Gabriele D'Annunzio dal balcone della sua villa a Gardone

Breve introduzione

Racconta l’indagine svolta dal Commissario di Polizia Giuseppe Dosi, sotto l’alias di Karol Kradockwill, sulla caduta di Gabriele D’Annunzio avvenuta il 13 agosto dal balcone di Villa Cargnacco con grave pericolo di vita. Si pensò che la caduta potesse essere addebitata in qualche modo a Benito Mussolini. Di Francesco ha potuto rintracciare nell’Archivio della Fondazione Mondadori, che si ringrazia, il rapporto autografo redatto dal collega Dosi verso cui traspare affinità. Edito da Marco Solfanelli editore nel 2017

Alcune immagini tratte dal libro