UNA DOMANDA !

Cari Amici, potrete rivedere il mio “frammento di memoria e ideali” del 10 febbraio scorso su Giovanni PALATUCCI, leggermente rimodulato, sul mio canale Youtube. Grazie a Franco GABRIELLI, Direttore Generale dell P.S., per avere ricordato  lo scorso 10 febbraio di questo “sventurato commissario, ultimo Questore di Fiume italiana, numero 117826 a Dachau”. A Pescara è stato piantato un ulivo di pace; ad Anversa degli Abruzzi è stata posta una pietra d’inciampo..; altre cerimonie si sono svolte in altre città. Grazie, prefetto GABRIELLI, più giovane collega in polizia , per stare continuando l’opera che iniziò nel 1994 Fernando MASONE e continuò con grande emozione Antonio MANGANELLI. Nel “frammento” ho ricordato, come tutto nasce dal libro di Goffredo RAIMO; dal “fascinamento” che ebbi per questo “collega di un’epoca buia“; dalla costituzione nell’ottobre 1994 della “Associazione culturale Giovanni PALATUCCI-fratello di pace“.
Domanda: “Ci sarebbe tutto ciò, senza tale impegno? Sotto riporto il libretto stampato in 1000 copie a mie spese, coautori Marco COSLOVICH, e Annibale PALOSCIA, distribuito a quanti più colleghi possibile. Nel 1999, forse sulla via tracciata, fu costituita, tra Dipartimento PS e Curia di Roma, l’ Associazione Giovanni PALATUCCI. Diedi loro tutto il materiale documentale. La nuova Associazione, non ha dato ( eufemisticamente parlando) prove brillanti. Giovanni PALATUCCI è stato persino attaccato, anche da gruppi della stessa Comunità ebraica. Abbiamo cercato di difenderlo dall’essere “ucciso una seconda volta“. Il mio pensiero grato va a Nazareno GIUSTI, poliziotto artista. Auspico che il mio manoscritto a lui dedicato, venga pubblicato.
La stessa domanda, su altri temi: riforma democratica della polizia; organizzazione andidroga; la pari dignità donne-uomini fra le forze di polizia; la lotta contro la pedopornografia on line ; il malessere dei tutori dell’ordine… Non per autoreferenzialità ( anziano, rottamato, silenziato come sono), ma per la “gratitudine che tutti debbono a chi ha sacrificato la propria vita, e a chi continua a rischiarla ogni giorno”. E perché “i giovani sappiano” quel che difficilmente sapranno da alti Capi, “politici”, e responsabili mediatici, spesso in buona o cattiva fede disinformati loro stessi. 
Onore a Giovanni PALATUCCI. Arrivederci il 12 marzo al “frammento su Norberto BOBBIO, e il 1° aprile a quello sulla “Riforma della polizia” , purtroppo incompiuta. E poi chissà! Grazie. Vi saluto col link del breve estratto su Giovanni PALATUCCI  ( 3 minuti) dall’evento per Emilio ALESSANDRINI di anni fa  a Pescara, e col link del modulato  “frammento su Giovanni PALATUCCI”. Vostro Ennio
https://www.youtube.com/watch?v=4S2l60XRkV8
https://youtu.be/Iqt1vhJ8qdM